Domenica 3 febbraio il nostro gruppo si è concesso una piacevole pausa per trascorrere qualche ora di convivialità. Il pranzo sociale è da sempre un appuntamento importante per stare insieme, per festeggiare i traguardi dell’anno trascorso e per accogliere festosamente le nuove future proposte musicali.

Durante il pranzo non sono mancati momenti di vita associativa. Tra questi, la nomina ufficiale dei nuovi soci che hanno ricevuto la tessera associativa e lo Statuto della Filarmonica. Abbiamo dato il benvenuto a Nicola Besutti e a Elia Oddolini, entrambi al sax midi. Siamo felici di averli ufficialmente nella nostra Associazione e li ringraziamo sin da ora per la loro spontaneità e il loro impegno continuo.

Uno dei momenti più attesi del pranzo, oltre al cibo ovviamente, è l’assegnazione del riconoscimento del socio con la più assidua frequenza alle prove e ai concerti dell’anno appena concluso. Quest’anno abbiamo premiato il contrabbassista Valter Ganzerli che ha partecipato in modo assiduo all’attività musicale della Filarmonica, portando nella banda la sua genuina gentilezza e la sua grande passione per la musica. Appassionato non solo di musica ma anche di pittura, gli abbiamo affidato una tela bianca… siamo curiosi di sapere come manifesterà il suo estro artistico!

Ma i riconoscimenti non sono finiti! Libro Soci alla mano, abbiamo deciso di premiare anche i musicisti che da tanti anni partecipano alla vita della Filarmonica e che quest’anno sono arrivati ad un compleanno importante. C’è chi ha festeggiato il primo decennio, chi ha “compiuto” vent’anni in Filarmonica e chi ha addirittura spento già quarantacinque candeline di Banda. Ringraziamo tutti questi soci che con la loro presenza e il loro apporto musicale collaborano alla crescita della nostra Associazione e ci auguriamo che vogliano trascorrere con noi altrettanti anni di musica.  Anche il nostro direttore M° Gianni Malavasi ha tagliato il traguardo dei quarant’anni di Banda e lo ringraziamo per la sua pazienza, professionalità e dedizione verso l’Associazione e l’attenzione verso l’innovazione musicale.

Ci teniamo ancora a ringraziare coloro che da quasi mezzo secolo partecipano alle attività musicali della Filarmonica e vivono l’Associazione dando il loro prezioso ed esperto contributo musicale e personale. Speriamo di continuare a poter contare sulla loro presenza e desideriamo che siano un esempio di costanza e impegno per tutti. Durante la consegna del simbolico riconoscimento, abbiamo chiesto loro di raccontarci un aneddoto e di condividere con noi un ricordo della vita in Filarmonica. In molti hanno citato e ricordato il M° Renzo Chiozzini che con il suo metodo rigoroso e fermo ha concesso l’opportunità a molti di entrare nella Scuola di musica e intraprendere la propria carriera musicale. Ma ci sono stati anche ricordi briosi, legati alle amicizie nate nella Scuola e nella Banda, ai primi concerti, alla scelta non sempre autonoma del proprio strumento, a episodi buffi di divise mancanti e a scambi interculturali che rimarranno nella storia di chi li ha vissuti e di chi li ha ascoltati. Un momento davvero emozionante per tutti, perché è da questi frammenti di vita associativa che si percepisce la lunga e bella storia della nostra Filarmonica.

Il pranzo si è concluso con il dessert, certo, ma soprattutto con l’ascolto di un messaggio inaspettato, arrivato da Silvano Marazzi, componente della Filarmonica da oltre settant’anni, Presidente per venticinque. Lo ringraziamo di cuore per l’attività svolta nella Banda, per aver promosso e valorizzato l’attività dell’Associazione. In questa occasione di festeggiamenti gli è stato conferito il riconoscimento di Presidente Onorario, consapevoli che nessun titolo possa ricompensare adeguatamente il lavoro e gli sforzi compiuti a favore della Filarmonica. Gli faremo presto una visita per ringraziarlo personalmente e, chissà, magari per raccogliere una nuova testimonianza sulla nostra Filarmonica.

Ringraziamo anche Elena Malaguti, Presidente della Fondazione Scuola di Musica, che ha partecipato al nostro appuntamento ed ha sottolineato come questa sia stata un’occasione per conoscere meglio la Filarmonica e i suoi componenti. Inoltre ha sottolineato la volontà di continuare il lavoro iniziato dall’Associazione dal punto di vista musicale e sociale, affinché la banda continui ad essere un ambiente di crescita artistica e umana, attenta all’inclusione.

Esprimiamo la nostra riconoscenza all’Assessore Alessandra Mantovani per averci fatto visita e aver sottolineato lo spirito di collaborazione che, in questi anni, la Filarmonica e il Comune di Mirandola hanno intrattenuto al fine di realizzare importanti e valide iniziative culturali e musicali a favore della cittadinanza. Grazie a tutti i soci, i Maestri, i collaboratori e gli accompagnatori che hanno partecipato al pranzo sociale e che ci seguono con costanza,  fiducia e affetto.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *